Rubelli con Moroso al Musée des Tissus et des Art Décoratifs de Lyon

Rubelli, azienda tessile veneziana nota in tutto il mondo per la qualità e la ricercatezza dei suoi manufatti, collabora con Moroso alla mostra: “Lo Sguardo Laterale: Moroso, une recherche entre Arts décoratifs et Design”. L’esposizione, curata da Patrizia Moroso e Marco Viola, si terrà dal 20 giugno al 1° settembre presso il Musée des Tissus et des Arts décoratifs di Lione, uno dei musei tessili più prestigiosi al mondo.

Una passeggiata all’interno dello spazio museale farà scoprire, in maniera insolita, le creazioni di grandi designers che per Moroso hanno creato pezzi di design dal carattere unico. Il tutto è reso ancora più speciale dal “vestito” delle sedute presentate: un prezioso broccato realizzato ad hoc da Rubelli per l’occasione. 

Il tessuto riproduce una messa in carta originale conservata proprio nel Museo francese (cod. MT 49489.6.6 ) e attribuita a Philippe de Lasalle , uno dei maggiori protagonisti  dell’industria della seta del XVIII secolo.

Il documento risale all’ultimo quarto del  Settecento e presenta, forse quale omaggio alla passione bucolica della regina Maria Antonietta per il mondo campestre, un elegante motivo decorativo con spighe di grano, una coppia di colombe, un cappello di paglia, il tutto reso ancora più aggraziato da nastri leggiadri e ramoscelli fioriti.

Rubelli ha saputo creare, grazie all’intervento dell’ ufficio stile prima e in fase di tessitura poi, un broccato che riproduce non solo i colori “tecnici” della messa in carta ma, in modo del tutto inedito ed estremamente originale, anche la quadrettatura della carta millimetrata.

La ricchezza della stoffa è sottolineata dalla quantità di colori presenti in trama - 12 varianti di cui 11 di viscosa e uno di filato metallico - e dal numero di trame per centimetro : se per un tessuto ricco vengono di norma utilizzate 50/60 trame a centimetro, per questa preziosa stoffa ne sono state impiegate ben 180.

Ad accrescere l’opulenza del tessuto i 9600 fili di ordito in seta organzino, la più pregiata in commercio. 

Un broccato molto complesso, realizzato in 3 campi con un rapporto verticale sfalsato, che richiede  lunghi tempi di produzione: più di un’ora per tesserne appena un metro.

Savoir faire Rubelli e savoir faire Moroso: due grandi aziende italiane, in grado di veicolare attraverso le loro produzioni il meglio della tradizione, si incontrano in un luogo che celebra la bellezza del tessuto e le arti decorative nelle loro espressioni più alte. 
In sintesi: bello e benfatto, che finiscono per essere le due facce della stessa medaglia.